dietista background light

Torta di riso con nocciole, datteri, cioccolato fuso e semi tostati

Colazione da re , pranzo da principe, cena da povero.

Il mattino ha l’oro in bocca, numerose ricerche confermano il ruolo cruciale che riveste la colazione del mattino con cui aprire la giornata per mettere in moto il nostro organismo e il nostro metabolismo.

Stamattina io ho fatto una colazione antispreso (perchè ho riciclato il riso preparato per la crema di riso), dolce, deliziosa, sostanziosa e a basso impatto zuccherino

Ingredienti

  • 1 tazza di riso integrale tondo
  • 6 tazze di acqua
  • pizzico di sale
  • 2 tazze di nocciole tostate e frullate in modo grossolano
  • 1 tazza di uvetta sultanina scura oppure 5 datteri medjoul
  • Qb vaniglia e cannella
  • Qb cioccolato fondente fuso
  • 1 cucchiaio di semi oleaginosi precedentemente tostati

Procedimento

  • Unisco in una pentola riso e acqua, porto a bollore, salo, abbasso la fiamma chiudo con il coperchio e cuocio il mio riso per assorbimento per circa 2/3 ore
  • Nel frattempo tosto i semi oleaginosi e le nocciole (separatamente ) se non l’ho fatto in precedenza e poi frullo grossolanamente le nocciole (devono rimanere i pezzettini da sgranocchiare) e vado a denocciolare i datteri che poi taglio a tocchetti oppure utilizziamo l’uva sultanina.
  • Una volta cotto il riso, scolo la poca acqua rimasta ed in una ciotola lo amalgamo con le nocciole tritate, la vaniglia e la cannella, l’uva sultanina oppure i datteri. Una volta pronto il composto lo stendo in uno stampo per torte (fate uno spessore di circa 2 cm) ed infornate a 200° per circa 20 minuti (gli ultimi 7 minuti fate grigliare la parte superiore della torta in forno statico – no ventilato)
  • Torta pronta, lasciatela raffreddare e a piacere potete spennellare della marmellata (se gradite) oppure sciogliere del cioccolato fondente che poi andrete a spennellare sulla torta e sopra, sempre a piacere, versare nocciole e semi tostati (come ho fatto io)
  • Una torta semplice ma di grande qualità perché cederà zucchero lentamente e a metà mattina non vi sentirete con quel buco allo stomaco che vi spinge a correre al bar per ordinare il solito e monotono cappuccio e brioches.