dietista background light

CERVELLO ..LA SALUTE VIEN MANGIANDO

cervelloStanchezza mentale, difficoltà di apprendimento , poca lucidità sul lavoro sono solo alcuni dei fattori legati a quella che è l’attività celebrale.

Il cervello è un organo molto complesso ed ogni attività legata all’organismo umano è da ricollegare a questa centralina che se trascurata può incepparsi.

Se vogliamo avere un cervello sano, arzillo e dinamico che ci permetta di avere prestazioni  intellettive, mentali e di apprendimento, una regola fondamentale è porre attenzione alla qualità della nostra alimentazione seguendo semplici regole.

 

CERVELLO E ACQUAAcqua

Tutti sappiamo che il nostro corpo è formato per il 90 % di acqua, quindi è necessario consumare un’acqua buona dal punto di vista organolettico (residuo fisso al di sotto dei 50 mg) e pulita, così da favorire la buona idratazione di corpo e cervello.

 

 

 

 

CERVELLO E GRASSI

Forse non tutti sanno che il cervello è formato per il 60% di grasso quindi per mantenerlo sano è necessario consumare alimenti con una componente grassa di alta qualità.

Solitamente il cervello trova nutrimento in alimenti come salmone, frutta secca, Olive, Olio di Oliva extravergine, semi oleosi, uova e cioccolato per il loro alto contenuto di grassi Omega3 , Omega6.

Questi grassi sono molto delicati è quindi opportuno consumarli senza danneggiarli, quindi facendo attenzione a quelle che è la cottura degli alimenti.(evitando le fritture o cotture a temperature troppo elevate che alterano la qualità dei principi nutritivi.

Alimentazione_cervello

 

CERVELLO E PROTEINE

Sappiamo dell’importanza dell’assunzione di proteine per la ristrutturazione e costruzione muscolare, ma non è da sottovalutare l’importanza che hanno questi nutrienti per migliorare la comunicazione dei neuroni. Se non mangiamo o mangiamo troppo poche proteine (di qualità) l’attività neuronale viene compromessa con conseguente difficoltà di comunicazione fra neuroni e quindi difficoltà di concentrazione, carenza di memoria.

Se siamo onnivori l’apporto proteico deriva dal consumo di prodotti animali, se invece siamo vegetariani, vegani o comunque intenzionati a scegliere un’alimentazione in cui i prodotti animali non ci sono, l’ideale è l’abbinamento alimentare cereali integrali (riso integrale, pasta integrale, miglio quinoa, grano saraceno, farro, orzo….) con legumi per ricreare a tutti gli effetti la proteina completa di cui abbiamo bisogno.

 

 

CERVELLO E DOLCIZuccheri_raffinati

Il cervello è l’organo più goloso ed affamato di energia di tutto il corpo e questo lo porta a richiedere una costante integrazione di carboidrati di alta qualità e non raffinati, verdura e frutta, ricca di zuccheri semplici naturali.

Da evitare i carboidrati lavorati o comunemente detti raffinati perché forniscono un’ apporto energetico a breve termine, con un’ innalzamento della glicemia con conseguente incremento dell’insulina, portando col tempo ad un maggior accumulo di grassi depositati, e al conseguente indebolimento del nostro organismo, che diventa maggiormente esposto ad ogni tipo di malattie, anche tumori.

La scelta di cereali integrali e legumi favorirà un’ apporto energetico lento e duraturo così il cervello godrà di una riserva energetica ottima per molto tempo nell’arco della giornata

 

CERVELLO E COLAZIONE DA RE

Una buona colazione non determina solo il miglioramento o mantenimento del peso ma si riflette anche sulla buona funzionalità del cervello durante il giorno.

La mancanza di questo pasto compromette la qualità dell’umore e sfavorisce la memoria.

Come per l’organismo, la colazione è il primo importante pasto della giornate che ci permette di carburare e mantenere alti i livelli di attenzione nell’arco della giornata.Colazione6

 

CERVELLO E INTOLLERANZEIntolleranze

Quando nell’organismo s’instaura un’intolleranza alimentare significa che non tolleriamo un determinato alimento.

Se nonostante questa intolleranza si persiste nell’assunzione di questo cibo o ingrediente verrà compromesso tutto l’equilibrio dell’organismo e anche il cervello si troverà ad affrontare una battaglia impegnativa per riuscire a rimanere attivo e vigile con conseguenze negative per la memoria.

 

CERVELLO ED EDDITIVI

Gli additivi sono elementi che il nostro organismo non riesce ad eliminare costantemente ogni giorno e quindi se si assumono costantemente con l’alimentazione si crea accumulo, quindi additiviintossicazione con conseguente intolleranza.

Gli additivi sono presenti in alimenti precotti, confezionati, inscatolati e trasformati.

Queste sostanze vengono utilizzate come coloranti, addensanti, conservanti, insaporitori per allungare i tempi di conservazione per aumentare le vendite e quindi i guadagni di chi produce.

In pochi però sanno che alcune tipologie di additivi sintetici possono causare danni ai neuroni compromettendo quindi l’attività cerebrale.

 

Per Garantire il corretto funzionamento cerebrale e mantenere giovane e attivo il cervello nel tempo, la scelta migliore è quella di adottare un’educazione alimentare adeguata ed equilibrata.